• Ingrandisci carattere
  • Dimensione predefinita
  • Riduci carattere
Home Domande e Risposte raggruppati per categorie Gestione e normale operatività Comando "Invia a..." di Explorer: uso e limitazioni

Comando "Invia a..." di Explorer: uso e limitazioni

E-mail Stampa

A quanto pare il comando "Invia a > Destinatario posta" di Explorer è uno di quelli più usati, ma che genera dubbi in molti utenti che non riescono bene a capire il motivo di alcuni comportamenti correlati. Ecco allora l'idea di raccogliere alcune informazioni per spiegare come funziona ed il motivo di certe limitazioni (in particolare legate ad Outlook).

Innanzitutto chiarisco a quale comando mi riferisco: la voce di menù contestuale (che compare premendo il tasto destro del mouse su un'icona) di Explorer (conosciuto anche come Gestione Risorse) mentre si visualizza il contenuto di una cartella o del desktop. Per intenderci, questo:

 

Questa funzionalità prevede che venga generato automaticamente un messaggio di posta elettronica utilizzando il programma di posta predefinito. Quindi non serve necessariamente avere Outlook: funziona anche con Outlook Express, con Windows Mail, Windows Live Mail, Thunderbird, FoxMail, ecc.
Per verificare quale sia il programma di posta elettronica predefinito sul vostro Windows premete su START e controllate la parte alta della finestra di menù (as esempio nell'immagine sotto si vede che il programma predefinito è Outlook Express), oppure attraverso Internet Explorer andate in "Strumenti -> Opzioni Internet... -> Programmi" e controllate o impostate il campo "Posta elettronica".

 

I vantaggi nel suo utilizzo sono immediati: viene creato automaticamente un messaggio che contiene come allegato l'oggetto dal quale si è partiti (per esempio un documento, un'immagine, ecc.). Basta quindi compilare il campo con i destinatari ed inviare.

Passiamo ora alle limitazioni, o comunque agli "effetti collaterali":

- la finestra del messaggio che viene creato è "modale", e questo significa che il programma di posta elettronica utilizzato (ad esempio Outlook) rimane bloccata fino a quando non salvate ed inviate l'email. Il programma continua a funzionare, ma non potete utilizzare altri comandi al di fuori della finestra, per esempio non potete selezionare altri messaggi o cartelle. Questo comportamento è dovuto al fatto che Windows effettua una chiamata al programma predefinito di posta usando SimpleMAPI, ed è un comportamento sul quale non si può intervenire (anche se esistono dei workaround).

- effettuando una chiamata generica al programma di posta predefinito attraverso SimpleMAPI non è possibile utilizzare alcune peculiarità dei singoli programmi. Ad esempio se salvate l'email prima di inviarla questa non viene salvata nella cartella delle Bozze bensì nella cartella di Posta in Arrivo; anche se sul vostro Outlook avete previsto una firma predefinita per tutti i nuovi messaggi, la firma non viene applicata automaticamente a questo messaggio; viene usato l'editor nativo anche se in Outlook è impostato l'utilizzo di Word come editor predefinito; anche se avete impostato un elemento decorativo (Stationery) come sfondo questo non viene utilizzato, ecc.

- a seconda delle versioni di Windows il messaggio viene precompilato inserendo nell'oggetto il testo:
  Invio per posta elettronica: [Nome del File]
ed all'interno del messaggio la dicitura:
 Il messaggio è pronto per essere inviato con i seguenti file o collegamenti allegati:
  [Nome del File]

ma tale testo non è modificabile a priori e non è evitabile perchè è incluso nella libreria sendmail.dll che viene richiamata in Windows. Si può comunque modificare o cancellare manualmente prima dell'invio.

 

 

Per molti utenti queste situazioni non costituiscono un problema. Per chi vuole invece modificare questi comportamenti può essere interessante sapere che esistono dei motodi "alternativi", ma la loro trattazione è destinata ad altro articolo, disponibile a breve su questo sito.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 11 Novembre 2010 13:02 )