• Ingrandisci carattere
  • Dimensione predefinita
  • Riduci carattere
Home

Presenza di allegati con estensione ".dat" (winmail.dat)

E-mail Stampa PDF

In alcuni messaggi di posta elettronica è possibile trovare degli strani allegati, che ad esempio riportano il nome "winmail.dat" oppure "ATT00008.dat" o simili. A dire il vero è possibile che questo succeda con programmi di posta elettronica diversi da Outlook che il destinatario utilizza per leggere la posta che è stata inviata con Outlook.

Cosa sono questi allegati? Cosa contengono?

Questi allegati sono il risultato di una mancata o cattiva interpretazione del formato utilizzato per l'invio da parte del programma che riceve il messaggio. Per dirla tutta, questa situazione si può presentare quando viene utilizzato il formato RTF per l'invio di messaggi, ed Outlook è impostato per forzare l'utilizzo di un formato proprietario chiamato "RTF per Microsoft Outlook" che effettua una codifica del contenuto usando il formato TNEF (Transport Neutral Encapsulation Format).

Questa codifica è stata adottata per permettere la gestione di elementi speciali che Outlook usa in casi specifici, come ad esempio i pulsanti di voto o alcuni form personalizzati. Ha quindi senso il suo utilizzo principalmente in un ambito di rete aziendale in cui tutti i client utilizzano Outlook come programma di posta elettronica e dove tutti possono beneficiare dell'uso di queste funzionalità specifiche.

In un messaggio in formato TNEF è presente il testo della email senza formattazione ed una porzione separata in formato binario in cui sono compattate varie parti del messaggio originale (formattazioni, allegati, elementi specifici come i pulsanti per il voto, ecc.). Se il destinatario utilizza Outlook per leggere il messaggio questo viene correttamente ricomposto e visualizzato; se il destinatario utilizza un programma diverso che non è in grado di decodificare il TNEF allora riuscirà a vedere solamente la parte di testo normale ed il resto sarà contenuto nell'allegato (con estensione ".dat" o ".eml") che però risulterà inutilizzabile ed inservibile o addirittura sarà ignorato (ad esempio Outlook Express e Windows Mail in alcui casi non mostrano nemmeno l'allegato ignorando la presenza dei dati binari non interpretati).

Questo formato speciale viene correttamente interpretato da Outlook e da Exchange, ed ultimamente anche da qualche altro client di posta (ad esempio GMail dovrebbe essere in grado di gestirlo senza grandi problemi).

 

Come risolvere il problema

Per risolvere il problema è possibile intervenire sulla configurazione di Outlook affinché non venga utilizzato il formato "RTF di Microsoft Outlook". I punti di configurazione in cui si può intervenire sono diversi (configurazione globale del profilo, configurazione di un singolo messaggio, impostazioni all'interno di un Contatto, ecc.). Vedere più sotto le istruzioni dettagliate.
Attenzione però che se si esclude l'utilizzo di RTF, quindi anche del formato TNEF, il destinatario non riuscirà più ad utilizzare le funzionalità specifiche di Outlook anche se usa proprio questo programma (ad esempio non riuscirà a vedere i pulsanti di voto).

CONFIGURAZIONE GLOBALE
Si può modificare il formato da utilizzare per i nuovi messaggi attraverso:
 "Strumenti -> Opzioni... -> Formato posta -> Scrivi il messaggio in questo formato:"
Scegliere un formato diverso da "Formato RTF".

Per tutti gli altri casi (ad esempio quando si risponde ad un messaggio in formato RTF) si può prevedere una conversione automatica attraverso l'opzione:
 "Strumenti -> Opzioni... -> Formato posta -> Formato Internet... -> All'invio di messaggi RTF di Outlook a destinatari su Internet, utilizza questo formato:".
Scegliere un'opzione diversa da "Invia nel formato RTF di Outlook".

La configurazione delle opzioni indicate sopra in Outlook 2010 si effettua tramite  "File -> Opzioni -> Posta ->", rispettivamente tramite "Scrittura messaggi -> Scrivi messaggi in questo formato:" (nella parte alta della finestra di dialogo) e "Formato messaggi -> All'invio di messaggi in formato RTF a destinatari su Internet:" (nella parte bassa della finestra di dialogo).

 

 

CONFIGURAZIONE PER SINGOLO MESSAGGIO

Durante la modifica di un singolo messaggio è possibile cambiare il formato usando la specifica sezione delle opzioni (vedere immagine sotto). Il formato RTF è associato all'opzione "Testo con formattazione", da evitare!

Durante la modifica di un singolo messaggio è possibile cambiare il formato usando la specifica sezione delle opzioni (vedere immagine sotto).  Il formato RTF è associato all'opzione "Testo con formattazione", da evitare!

Durante la modifica di un singolo messaggio è possibile cambiare il formato usando il menù "Formato" e scegliendo il formato finale. In alcuni casi non saranno presenti tutti e tre i formati standard ("Solo testo", "RTF" ed "HTML") ma solamente due di questi.

 

IMPOSTAZIONI ALL'INTERNO DI UN CONTATTO

In alcuni casi, in cui sembra che le impostazioni generali vengano ignorate, è possibile che per un determinato destinatario sia impostata una configurazione specifica. Per vederne e modificarne l'impostazione procedere in uno di questi modi:

  • aprire la scheda del Contatto ed effettuare un doppio click sull'indirizzo email (oppure usare il pulsante destro del mouse sull'indirizzo email e scegliere il comando "Proprietà Outlook");
  • aprire un messaggio ed effettuare un doppio click sull'indirizzo email di uno dei destinatari (oppure usare il pulsante destro del mouse sull'indirizzo email e scegliere il comando "Proprietà Outlook");
  • creare un nuovo messaggio e cominciare a digitare l'indirizzo di un destinatario, scegliendo poi tale indirizzo attraverso la tendina del "suggerimento nomi ed indirizzi" (utilissimo in tutti quei casi in cui non esiste un Contatto ma l'indirizzo è presente nella cache del suggerimento nomi). Effettuare un doppio click sull'indirizzo (oppure usare il pulsante destro del mouse sull'indirizzo email e scegliere il comando "Proprietà Outlook").

Scegliere un'opzione diversa da "Invia nel formato RTF di Outlook"

 

 

Altri casi di specifici

Ci sono altri casi specifici in cui si potrebbe presentare qualche problema di utilizzo dell'RTF. Uno di questi è nell'uso delle librerie di Contatti di Sharepoint, che si sincronizzano con Outlook utilizzando questo formato. In questo caso l'amministratore di Exchange Server può configurare i Remote Domain transports per gli ambiti (Domini) in cui non viene previsto l'uso di Outlook affinchè non venga utilizzato il formato RTF.

Altro caso: alcuni antivirus (ad esempio è noto il problema con AVG) durante le operazioni di scansione possono corrompere il formato TNEF non permettendo più la decodifica dell'allegato. In questa situazione la cosa migliore è di disattivare il controllo della posta a livello client, spostando il controllo a monte ed utilizzando strumenti alternativi (ad esempio un controllo antivirus run-time).

In casi estremi, dove nessun'altra soluzione è stata efficace e solamente per le ultime versioni di Outlook (da Outlook 2007 con Service Pack 2 in poi) è possibile intervenire tramite una chiave di Registry che disattiva l'utilizzo di TNEF, ma tale intervento è da considerare "estremo" perchè disattivando questo formato non si possono più usare le funzionalità "native" di Outlook come i pulsanti di voto e le convocazioni di riunione. La chiave in questione è la seguente:

sezione: HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Outlook\Preferences

 nome: DisableTNEF

 tipo:     DWORD

 valore: 1

 

 

Programmi di terze parti per estrarre gli allegati da winmail.dat

Nei casi in cui non valga la pena chiedere al mittente di inviare il messaggio email in un formato differente, oppure ci si trova davanti ad un file winmail.dat e si voglia solamente in quel caso estrarne il contenuto, si può ricorrere a tool di terze parti come quelli citati qui di seguito.

Fentun

http://www.fentun.com
"Fentun"

Programma per decodificare il file Winmail.dat ed estrarne gli allegati. Disponibile anche versione per Linux.

TNEF's Enough

http://www.joshjacob.com/mac-development/tnef.php
"Josh Jacob blog - TNEF's Enough"

Permette l'estrazione di allegati dal file Winmail.dat. Funziona su sistemi Macintosh.

Winmail Opener

http://www.eolsoft.com/freeware/winmail_opener/
"EolSoft - Winmail Opener"

Programma per vedere il contenuto di un file Winmail.dat ed estrarne il contenuto. Prodotto gratuito.

 

 

Ulteriori approfondimenti

Per approfondimenti sulla codifica TNEF  si possono utilizzare questi articoli di Knowledge Base in italiano:

http://support.microsoft.com/kb/278061/it
"Gli allegati Winmail.dat sono inclusi nei messaggi di posta elettronica ricevuti in Outlook"

http://support.microsoft.com/kb/290809/it
"Influenza dei formati dei messaggi di posta elettronica sui messaggi di posta elettronica Internet in Outlook"

http://support.microsoft.com/kb/241538/it
"OL2000: Come i formati dei messaggi influiscono sulla posta Internet"

Altri articoli specifici sul problema:

http://support.microsoft.com/kb/269186/en-us
"The received message is different from the message that you sent in Outlook 2000"

http://support.microsoft.com/kb/217390/en-us
"OL2000: (CW) Rich Text Signed Messages Are Always Sent As HTML"

http://support.microsoft.com/kb/197635/en-us
"OL2000: (IMO) TNEF Information Not Retained Sending HTML E-mail"

http://support.microsoft.com/kb/224817/en-us
"OL2000: Transport Neutral Encapsulation Format (TNEF) Basics"

http://support.microsoft.com/kb/313523/it
"OL2000: Invio di un modulo personalizzato senza il formato TNEF"

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 26 Gennaio 2011 18:50 )